I vantaggi dell'impiego del compost di qualità, prodotto da raccolta differenziata della frazione organica sul territorio

L’impianto di trattamento meccanico biologico dei rifiuti urbani e assimilati, in loc. Buraccio, è in grado di trasformare i rifiuti organici, provenienti dalla raccolta della frazione organica sull’Isola d’Elba, in compost di qualità. Dopo una prima fase di produzione sperimentale, ESA SpA sta finalmente completando le ultime analisi propedeutiche alla distribuzione del prodotto sul territorio.

Terra di Buraccio, questo è il nome del prodotto,è un compost di qualità, ovvero un ammendante, equiparabile a uno stallatico maturo, in grado di migliorare le caratteristiche fisiche, chimiche e biologiche del terreno. Rilascia infatti, lentamente e gradualmente, le sostanze nutritive che contiene in abbondanza, quali azoto, fosforo e potassio.

Il processo di compostaggio delle frazioni organiche permette di ottenere ammendanti che, rispettando i requisiti imposti dalla legge nazionale per la disciplina dei fertilizzanti, possono essere commercializzati e quindi utilizzati liberamente, naturalmente nel rispetto delle norme ambientali e delle buone pratiche agricole.

Gli ammendanti compostati sono prodotti che contribuiscono al miglioramento e al mantenimento della sostanza organica nei suoli favorendone il mantenimento della fertilità agronomica, la lavorabilità e una migliore gestione delle risorse idriche.

Il compost di qualità, oltre a essere un ammendante previsto dalla normativa, è un prodotto che racchiude in sé un’elevata valenza ambientale. Gli scarti di natura organica costituiscono una parte importante, circa un terzo, della massa totale dei rifiuti urbani prodotti. Pertanto, selezionando alla fonte i rifiuti di tale tipologia, e destinandoli al processo di compostaggio per trasformarli in compost di qualità, essi vengono sottratti ai normali circuiti di gestione, consentendo conseguentemente di ridurre in maniera significativa la quantità di rifiuti urbani destinati allo smaltimento.

L’impiego di compost come ammendante sui terreni permette inoltre di ridurre l’impiego di risorse non rinnovabili utilizzate per produrre fertilizzanti chimici.

La trasformazione degli scarti organici da raccolta differenziata in compost di qualità rappresenta sicuramente un modo per contribuire, in modo significativo, all’uso sostenibile delle risorse. L’utilizzo di compost di qualità rappresenta un’opportunità concreta per mettere in pratica azioni di sostenibilità ambientale. L’impiego del prodotto sullo stesso territorio di raccolta della frazione organica, soprattutto in sistema “chiuso” come quello insulare dell’Elba, concretizza un circolo virtuoso, traducendo in pratica l’obiettivo del recupero e del reimpiego di risorse provenienti dalla raccolta differenziata dei rifiuti, in particolare della frazione organica, composta da scarti alimentari, sfalci, potature, ecc.

Conoscere il compost è di fondamentale importanza, sia per gli impieghi professionali che hobbistici, sia per l’agricoltura di pieno campo che per il florovivaismo, sia per il giardinaggio amatoriale che per le opere di recupero paesaggistico.

La distribuzione di compost sul territorio, che ESA SpA avvierà entro la fine del 2014, consentirà a tutti gli operatori di settore e, ci si augura, alle Amministrazione Pubbliche, di godere di un bene locale di grande valore etico e ambientale, grazie all’applicazione di un prezzo promozionale di sicuro interesse.

In evidenza