ESA spa informa che dal 1 aprile 2019 saranno modificati gli orari di raccolta e di esposizione dei rifiuti secondo le seguenti modalità:

Portoferraio

  • Inizia la raccolta settimanale sia della carta che del vetro, che non saranno più alternati.
  • Saranno modificati gli orari di esposizione di tutte le frazioni giornaliere dei rifiuti che potranno essere esposti entro le ore 13:00 della mattina.
    La modifica riguarda: Schiopparello, Magazzini, Fangati, Norsi, Valdana, Grotte, San Giovanni, Bucine, Orti, Valle di Lazzaro, San Martino, Tre Acque.
  • Resterà l’esposizione fino alle 7:30 del mattino solo nelle zone di Biodola, Scaglieri, Forno, Viticcio, Enfola.

Marciana Marina

  • Inizia la raccolta settimanale sia del vetro che della carta.

Capoliveri

  • Per le sole utenze non domestiche del centro storico iniziano le raccolte come previste dal calendario di media stagione.

Marciana

  • Il cambio di calendario con l’adozione dell’orario di esposizione e raccolta estivo è previsto dal 16 aprile 2019.

 

I singoli calendari possono essere consultati e/o scaricati nella sezione CALENDARI.

Per tutti gli utenti in possesso della APP porta a porta, i calendari saranno modificati direttamente.

ESA spa ricorda che con l’arrivo della bella stagione, si possono ripresentare problematiche di dispersione dei rifiuti non adeguatamente protetti, soprattutto per le esposizioni di plastica e rur, a causa di animali randagi, gabbiani, cinghiali, ecc.
Per chi teme che si possa verificare questa eventualità, si raccomanda di esporre utilizzando uno dei bidoni rigidi segnalando l’uso difforme all’operatore addetto alla raccolta. E’ inoltre opportuno ridurre i tempi di esposizione del rifiuto (esporre come previsto la mattina senza anticipo serale).

In alternativa resta a disposizione di chi lo voglia utilizzare, un bidone più capiente di colore blu, che può essere ritirato su richiesta al Centro di raccolta.

Le esposizioni dei rifiuti devono avvenire secondo la previsione del calendario e i bidoni devono essere ritirati dai proprietari.

I bidoni sono forniti in comodato di uso gratuito agli utenti iscritti negli elenchi della Tari, devono essere mantenuti con cura e attenzione e non abbandonati al vento o alle intemperie che possono disperderli nell’ambiente.

In evidenza